Centaurea splendens

Fiordaliso cicalino

Centaurea splendens

Descrizione

Altezza: 50-100 cm. Fusto ramoso nella parte superiore. Foglie inf. picciolate, irregolarmente pennate, divisioni lineari, larghe 1-5 mm; foglie superiori indivise, sessili. Fiori rosa. Involucro ovale, lungo 1-1,5 cm, appendice delle brattee marrone scuro, con ampio margine biancastro scarlatto, convesso, intero o laciniato, spesso con punta morbida, terminante in un mucrone. Acheni lunghi 2-3 mm; egresso con setole bianche lunghe circa 1 mm.

Forma Biologica

Emicriptofita monocarpica, Terofita

Periodo Fioritura

Luglio - Agosto

Etimologia

Centaurea: assonante con il greco "κέντρον kéntron" pungolo, sprone: per la forma del bocciolo, oppure dal latino 'Centaurus', greco “κένταυρος céntauros” centauro, figura mitologica metà uomo e metà cavallo; secondo alcuni autori, questo genere sarebbe dedicato a Chirone che, al contrario degli altri centauri, aveva un’indole saggia e mite: esperto nelle scienze e nella medicina era considerato maestro di Esculapio, di Achille e di altri eroi

Ambiente e Distribuzione

Sentieri, muri, aree incolte, coll.(-mont.), Sud TI, GR (Valle di Mesocco)

Distribuzione Globale

Eur. meridionale

Mappa di Distribuzione

Proprietà ed Utilizzi

Nessuno in Particolare

Note e Curiosità

Nessuno in Particolare
Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Principali Fonti: infoflora e actaplantarum

it_IT