Clinopodium vulgare

Clinopodio dei boschi

Clinopodium vulgare

Descrizione

Pianta erbacea perennante, inodore o debolmente aromatica, alta 30-70 cm, munita di un rizoma sottile e strisciante e di fusti eretto-ascendenti, semplici o sparsamente ramificati, mollemente vellutati per peli patenti.
Foglie opposte, pubescenti, brevemente picciolate (2-6 mm), distanziate fra gli internodi, a lamina (15-23 x 32-46 mm) ovale-oblunga, subottusa all’apice, intera o sparsamente crenulata al margine.
Infiorescenza raggruppata in densi pseudoverticilli globosi e compatti, terminali e ascellari, con 10-20 fiori ermafroditi, circondati da un involucro di bratteole lineari, lungamente cigliato-piumose, subeguali al calice.
Calice cilindrico, peloso, spesso purpureo, non gozzuto alla base, lievemente arcuato, con 13 nervature marcate e con i 3 denti superiori più brevi dei 2 inferiori, lesiniformi.
Corolla roseo-purpurea, raramente bianca, lunga 12-14 mm, con il labbro superiore piano e smarginato, l’inferiore trilobo.
Stami 4, didinami, convergenti.
Il frutto è un tetrachenio (schizicarpo), formato da 4 nucule ovali, brune, con l’ilo biancastro.
Numero cromosomico: 2n=20

Forma Biologica

H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Periodo Fioritura

Luglio - Settembre

Etimologia

Il nome del genere deriva dal greco “κλίνω clino” inclino e “ποδειον podion” piedino (diminutivo di “πούς, ποδός”) anche col significato di stelo. L'epiteto specifico dal lat. 'vulgaris, -is, -e '(< 'vulgus', volgo), per indicare che è una pianta comune.

Ambiente e Distribuzione

Radure e margini boschivi, prati aridi, siepi, indifferente al substrato, da 0 a 1500 m s.l.m. Specie mesofila e mesoxerofila.

Distribuzione Globale

Circumbor. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Europa, Asia e Nordamerica.

Mappa di Distribuzione

Proprietà ed Utilizzi

Specie officinale

Le foglie e le sommità fiorite esercitano azione tonica, stimolante e carminativa.

Note e Curiosità

Nessuna in particolare
Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Principali Fonti: infoflora e actaplantarum

it_IT