Dianthus carthusianorum

Garofano dei Certosini

Dianthus carthusianorum

Descrizione

Altezza 30-45 cm. Fusto non rampicante, glabro, con numerosi germogli sterili. Foglie lineari. Fiori viola, a gambo corto, in un grappolo terminale circondato da brattee coriacee brune o fulve. Le squame del calice sono anch’esse brune e fulve, bruscamente contratte. Tubo caliciforme lungo 12-18 mm, di colore viola scuro. Petali dentati in punta, lama lunga 5-12 mm. Capsula lunga circa quanto il calice, con apertura a 4 denti.

Forma Biologica

H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Periodo Fioritura

Giugno - Ottobre

Etimologia

Dianthus: [Caryophyllaceae] dal greco Ζιός Ziós genitivo di Ζεύς Zeús Giove (Jupiter per i Romani) e da ἄνϑοϛ ánthos fiore; pianta citata da Teofrasto carthusianorum: genitivo plurale di carthusianus, relativo all’ordine dei certosini (Caryophyllus/ Dianthus carthusianorum subsp./ Tunica, Dianthus/ Silene, Scleranthus) pianta medicinale raccolta e coltivata dai certosini (Cerinthe, Polygonum, Rubus, Salix) indica la località di prima raccolta, nei pressi della Grande Chartreuse nel comune di Saint-Pierre-de-Chartreuse (dipartimento dell'Isère) (Pectis) nessuna indicazione nel protologo, probabile pianta medicinale coltivata dai certosini (Taraxacum) indica il locus classicus della specie, raccolta nei pressi della Certosa di Serra San Bruno, monastero certosino situato vicino all'omonima cittadina in provincia di Vibo Valentia • Il collegamento dell'eponimo con i Karthäuser (in realtà Cartheuser), che pure si trova in vari repertori, è infondato. L'eponimo è già presente in autori del Cinquecento

Ambiente e Distribuzione

Prati aridi, pendii rocciosi, boschi aperti

Distribuzione Globale

Centroeurop. - Europa temperata dalla Francia all'Ucraina. S-Europ. - Europa meridionale.

Mappa di Distribuzione

Proprietà ed Utilizzi

Nessun utilizzo noto

Note e Curiosità

Nessuna in particolare
Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Principali Fonti: infoflora e actaplantarum

it_IT