Petrorhagia saxifraga

Garofanina spaccasassi

Petrorhagia saxifraga

Descrizione

Pianta erbacea perenne di 10-40 cm con fusti ramosi e dicotomi nella parte superiore, glabri, prostrato – ascendenti, ± gracili e rigidi.
Foglie del caule scarse, opposte, sessili, lineari-acute, uninervie, di 6-10 mm di lunghezza, alla base piccoli ciuffi serrati, sessili col margine cigliato.
Fiori ermafroditi solitari terminali, sorretti da un lungo peduncolo.
Corolla attinomorfa, formata da 5 petali liberi, separati tra loro (dialipetala), retusi o troncati all’apice, di 4,5-10 mm, bianco-rosati con 3 venature porporine a lamina obovata con unghia.
Il calice campanulato, con denti lunghi, arrotondati, cigliati sul bordo, è circondato alla base da 4 squamette o bratteole scariose, mucronate, che formano un calicetto, che è più corto (1/3-3/4) del calice. Stili 2, gineceo supero sincarpico.
Il frutto è una capsula denticida oblunga di 5-6 mm. Semi a forma di scudo, compressi, bruno-nerastri.

Forma Biologica

H caesp - Emicriptofite cespitose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con aspetto di ciuffi serrati.

Periodo Fioritura

Giugno - Settembre

Etimologia

Il nome del genere Petrorhagia deriva dal greco petros= pietra e rhagas = fessura con riferimento all'ecologia della specie. Il nome specifico saxifraga di derivazione latina saxum= pietra, roccia, e franga da frangere= rompere con una dupplice interpretazione, pianta che cresce in zone aride fra i sassi , oppure secondo alcune credenze con riferimento alle proprietà della pianta di sciogliere i sassi (calcoli).

Ambiente e Distribuzione

Specie prevalentemente calcifila (ma la subsp. gasparrini vegeta soprattutto su silice), predilige luoghi asciutti, suoli aridi, sabbiosi, muri a secco, dalla pianura alla montagna sino a 1500 mt. di altitudine.

Distribuzione Globale

Euri-Medit. - Entità con areale centrato sulle coste mediterranee, ma con prolungamenti verso nord e verso est (area della Vite). S-Europ. - Europa meridionale.

Mappa di Distribuzione

Proprietà ed Utilizzi

Nessuno in particolare

Note e Curiosità

Nessuna in particolare
Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Principali Fonti: infoflora e actaplantarum

it_IT