Peucedanum cervaria

Imperatoria cervaria

Peucedanum cervaria

Descrizione

Pianta perenne glabra e spesso glaucescente, alta (20)40-120(150) cm, con grosso rizoma circondato al colletto da residui fogliari sfibrati nerastri, fusto eretto cilindrico a sottili striature, semplice o con pochi rami alterni dotati di guaina basale.
Foglie basali grandi a contorno ovato-triangolare od oblungo-triangolare 2-(3)-pennatosette, picciolate, lar. fino a 30 e lun. fino a 50 cm, con segmenti per lo più sessili ovali-oblunghi, fino a 5-7 x 8-10 cm, dentato-seghettati (denti mucronulato-spinescenti) e profondamente lobati (talora del tutto divisi) alla base, gli estremi lanceolati 1-2 x 2-4 cm; foglie cauline fortemente e rapidamente ridotte, fino alla sola guaina in alto; le foglie sono di color verde-oliva superiormente e glauche di sotto e sono provviste alla base di una guaina abbracciante il fusto.
Ombrelle composte, solitamente a 11 (9-30) raggi sottilmente striati, con involucro ed involucretti formati da numerose brattee lineari riflesse, bianco-scariose ai bordi; fiori a 5 petali bianchi (raramente rosei), con stili lunghi circa 1,5 mm.
Frutto ellittico-compresso (3 x 4-6 mm) ad ali marginali strette (<1 mm), verde-rossastro da immaturo.

Forma Biologica

H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie.

Periodo Fioritura

Luglio - Settembre

Etimologia

Cervaria: dal latino "cervarium venenum", erba velenosa citata da Plinio utilizzata per ungere le frecce

Ambiente e Distribuzione

Prati soleggiati magri e aridi, cespuglieti, margini e chiarie in boschi di latifoglie termofile, zone ruderali. Da 0 a 1200 m.

Distribuzione Globale

Eurosiber. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Eurasia.

Mappa di Distribuzione

Proprietà ed Utilizzi

Nessuna in particolare

Note e Curiosità

Nessuna in particolare
Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, decliniamo pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Principali Fonti: infoflora e actaplantarum

it_IT